I dati presentati sono il frutto di un organico lavoro di equipe condotto da diversi ricercatori dell’Area di Archeologia Medievale dell'Università di Siena a partire dall'estate 2003.
Le indagini svolte nell'ambito del Progetto Parco Regionale della Maremma hanno il fine di documentare e valutare il potenziale archeologico e proporne la valorizzazione. I dati pregressi erano piuttosto esigui, legati alle indagini condotte, secondo un approccio storico e architettonico sugli edifici storici conservati sui Monti dell’Uccellina e alle prospezioni di superficie effettuate nell’ambito del progetto di ricognizione della Valle dell’Albegna (primi anni ’80 del secolo scorso), che avevano interessato anche una piccola porzione del Parco e del Preparco. I risultati acquisiti dopo due anni di ricerche sono di estremo rilievo sia sotto il profilo quantitativo che qualitativo. La grande mole delle emergenze di superficie inedite riconosciute tramite ricognizione di superficie e foto aeree sia oblique che verticali rappresenta un risultato di gran lunga superiore alle aspettative. Le elaborazioni relative agli aspetti geomorfologici stanno consentendo di inquadrare i dati del popolamento in una dimensione territoriale estremamente articolata, consentendo di comprendere appieno le interazioni tra paesaggio antropizzato e naturale. Il contesto in esame si segnala quindi non soltanto per la ricchezza del record archeologico che meriterebbe senza dubbio il proseguimento delle indagini sia estensive (ricognizioni di superficie, surveys aerei) che intensive (saggi di scavo da effettuare sulle tipologie insediative più significative di ogni periodo), ma anche per l’articolazione diacronica dei dati acquisiti, tali da consentire una coerente lettura delle trasformazioni della maglia del popolamento tra l’età etrusca e il bassomedioevo (analisi che verrà inserita nella consegna finale). Assolutamente preziose sono le informazioni che si vanno acquisendo nello studio dei corredi ceramici restituiti dai contesti di superficie. Di particolare interesse risulta l’analisi delle produzioni ceramiche di eta’ tardoantica e altomedievale per le quali si vanno definendo grazie alle restituzioni dall’area di Parco e Preparco tipologie da confrontare con i manufatti provenienti da contesti di scavo vicini come quelli urbani di Grosseto e Roselle. Grazie alle significative attestazioni di ceramiche altomedievali dal territorio esaminato e’ possibile iniziare ad effettuare analisi sulla distribuzione di tali manufatti nella porzione costiera della provincia di Grosseto. I dati, ancora in corso di elaborazione, consentiranno di compiere un confronto ancora più analitico tra le ceramiche documentate nei contesti altomedievali ubicati in pianura e quelle che saranno restituite dai prossimi scavi sui villaggi medievali d’altura di Poggio Cavolo e Collecchio.



Università di Siena a Grosseto - Area di Archeologia Medievale
Dipartimento di Archeologia e Storia delle arti - Università di Siena

christian louboutin outlet, christian louboutin store, christian louboutin 2015, christian louboutin italia, christian louboutin sale, christian louboutin saldi, christian louboutin donna, christian louboutin borse, christian louboutin pumps, christian louboutin sandali